soulcollage

 

immagini e collage per viaggiare tra pensieri, vissuti, emozioni, bisogni ed aspirazioni

SoulCollage® e’ un metodo creato e brevettato da Seena Frost, psicoterapeuta e scrittrice californiana.

Il processo creativo è quello del collage. Scegliamo immagini per noi significative e poi le applichiamo su un supporto cartaceo.

Nella costruzione delle carte si attiva un processo introspettivo che attinge al potere trasformante dell’immaginazione e dell’intuizione consentendoci l’accesso all'esplorazione e all'integrazione del Sé.
Dopo essere stata assemblata, la carta parla in forma ‘libera’ esprimendosi come se io fossi l’immagine (Gestalt della carta). 
Per costruire il proprio mazzo di carte di soulcollage® servono solo disponibilità a lasciarsi afferrare dalla seduzione delle immagini e l’apertura ad esplorarne il significato. 
Carta dopo carta, il mazzo che costruiamo diviene il collage del nostro essere in continua evoluzione. 
Seena Frost ha teorizzato quattro semi principali per rappresentare le quattro funzioni di base dell' esperienza umana: il Comitato, la Comunità, il Consiglio e i Compagni.

La dimensione psicologica del SoulCollage®: il Comitato

Il Comitato riflette la dimensione psicologica dell’essere poichè veniamo in contatto con le molteplici caratteristiche della nostra personalità, con le nostre reazioni alle sfide, ai doni della vita e con i ruoli che svolgiamo nel quotidiano. 
Questa processo spesso porta una maggiore armonia interiore, una maggiore accettazione di se stessi e rende più facile l’accesso alle proprie risorse.

La dimensione sociale del SoulCollage®: la Comunità

In questo seme esploriamo le nostre relazioni ponendo l’attenzione su coloro che ci hanno particolarmente ispirato, celebrando le nostre amicizie. Lo facciamo costruendo una carta per ciascuno. Familiari, amici, artisti, scrittori, scienziati e filosofi trovano posto in questo seme.

La dimensione archetipica del SoulCollage®: il Consiglio

Nel Consiglio è rappresentato il gioco dei nostri legami con gli archetipi. 
Jung descrive gli archetipi come energie invisibili e potenti che afferrano la nostra immaginazione, ispirano le nostre passioni, informano le nostre aspirazioni e dirigono le nostre scelte. Gli archetipi esistono al di là del tempo, della storia e della cultura. Conoscerli vuol dire quali stanno ‘lavorando’ dentro di noi e se e quando siamo sedotti da un loro aspetto, positivo o negativo che sia.

La dimensione energetica del SoulCollage®: i Compagni

I Compagni sono rappresentati in questo seme come animali ricordandoci l’importanza di essere ancorati alle funzioni primordiali ed istintive della nostra natura. Gli animali sono portatori di una saggezza istintiva che si traduce in significative connessioni simboliche. 
Incontriamo questi Compagni attraverso una visualizzazione guidata nella quale si ripercorrono i centri energetici della tradizione yoga.

Carte che non hanno ombra
Anche se percepiamo l’ ‘Io’ come uno, siamo coscienti della molteplicità innegabile di impulsi, pensieri, desideri, emozioni ed espressioni di questo stesso ‘Io’. Questa molteplicità è rappresentata bene nei quattro semi di SoulCollage® descritti precedentemente. Ma come possiamo rendere omaggio al desiderio dello spirito di unirsi con il divino, all'ambizione psicologica di superare la frammentarietà, all'intuizione che esiste una forza unificante compartecipe di tutto il creato? 
SoulCollage® ha scelto di simboleggiare la totalità innominabile e indescrivibile dell'universo con una carta chiamata ‘La Sorgente’. 
Dopo la pubblicazione della prima edizione del libro di Seena Frost, sono emerse due altre carte entrambe di natura transpersonale e senza ombra: ‘Il testimone’ e ‘L'essenza dell’anima’.

Il percorso di soulcollage® prevede incontri mensili di circa tre ore. Gruppi di max 8/10 persone.

Scopriamo insieme come viaggiare tra pensieri, vissuti, emozioni, bisogni ed aspirazioni attraverso questa espressione artistica, vi aspetto nel mio laboratorio a Roma, in Viale Appio Claudio (vicino al Parco degli Acquedotti ed a Cinecittà tra la via Appia e la Via Tuscolana) presso l'associazione culturale "La Ghianda". Facilmente raggiungibile anche con la metropolitana (tra le fermate di Subaugusta e Giulio Agricola).

arteterapia

 

l'arte come processo di di conoscenza di noi stessi

L’arte attiva risorse che tutti noi possediamo. 
A chi non è capitato di essere persi nei propri pensieri e avere di fronte a sé un foglio
Quasi inconsapevolmente si cerca una matita, un pennarello, una penna.. nella mente compare un’immagine e la mano la trasforma in segno.
Uno, poi un altro, i segni si inseguono, si ripetono, si sovrappongono. A volte appare una forma.

Lo scarabocchio fa parte dell’esperienza artistica di ognuno di noi. 

Fin da piccolissimi ci siamo espressi tracciando segni sui fogli, impronte sulla sabbia, nella pappa e qualche volta sui muri

Con il tempo ci siamo resi conto che il segno poteva essere controllato e quindi in qualche modo guidato dall'intenzione.

Permettendoci di creare, lasciamo le nostre tracce, le nostre impronte, diamo forma e trasformiamo in un processo circolare di decostruzione e ricostruzione. 
Attingendo alla nostra creatività contattiamo pensieri, vissuti, emozioni, narriamo bisogni e aspirazioni e attraverso l’espressione artistica li elaboriamo creativamente restituendoli al mondo trasformati.
L’arte vissuta come esperienza ludica e di gioco, è un percorso di crescita personale, è la manifestazione autentica di un processo creativo che favorisce la conoscenza di noi stessi e delle nostre risorse. Riscoprendo il gusto del gioco attingiamo alle nostre capacità di sperimentazione, adattamento, comunicazione, cambiamento, soluzione dei problemi.

Impariamo a non giudicare il prodotto finale.

Tutto ciò che produciamo porta con sé un messaggio, risuona come un’eco per noi e per chi lo osserva. E un po’ alla volta, disegno dopo disegno prende forma un’esperienza che è l’espressione autentica dell’arte.

 

Scopriamo insieme come contattare pensieri, vissuti, emozioni, bisogni ed aspirazioni attraverso l’espressione artistica, vi aspetto nel mio laboratorio a Roma, in Viale Appio Claudio (vicino al Parco degli Acquedotti ed a Cinecittà tra la via Appia e la Via Tuscolana) presso l'associazione culturale "La Ghianda". Facilmente raggiungibile anche con la metropolitana (tra le fermate di Subaugusta e Giulio Agricola).

 

corsi e laboratori di argilla e ceramica a roma - appio claudio

  

I miei laboratori di argilla e ceramica sono dedicati ad adulti, bambini, ragazzi e anziani.

L’argilla è un materiale naturale, il risultato dell’invecchiamento e dell’erosione delle rocce avvenuto in milioni di anni. Dopo un lungo processo di stagionatura e ripulitura è pronta ad essere lavorata.

L’arte della ceramica è un viaggio alla continua scoperta.

Per poter incontrare l’argilla è importante saper fermare il tempo ed imparare ad ‘ascoltare’ qualsiasi storia questo materiale vivo voglia raccontare alle nostre mani.

A volte è calda, fredda, arida, liscia. Risponde alle nostre sollecitazioni, alla pressione delle nostre dita trasformandosi. Ci vuole una certa energia per plasmarla, un po’ d’esercizio per la quantità di acqua necessaria a renderla più morbida. Possiamo inciderla, togliere, aggiungere, scavare.

E’ un lavoro alchemico, attraverso i quattro elementi l’uomo dà forma alla sua immaginazione.

La terra incontra l’acqua e si rende plasmabile alle mani dell’uomo divenendo forma. Sarà compito dell’aria essiccarla e infine, affidata al fuoco la sua forma verrà fissata per durare nel tempo. 

Vi aspetto nel mio laboratorio a Roma, in Viale Appio Claudio  (vicino al Parco degli Acquedotti ed a Cinecittà,  tra la via Appia e la via Tuscolana) presso l'associazione culturale "La Ghianda". Facilmente raggiungibile anche con la metropolitana (tra le fermate di Subaugusta e Giulio Agricola).

 
Instagram Laboratori d'arte Rita Campolo Facebook LabArte Rita Campolo Corsi Ceramica Roma Associazione La Ghianda